Nomi strani con un significato bellino

Buongiorno a tutti miei cari lettori, dopo l’articolo particolarmente caustico e aggressivo sugli uomini brutti, vi propongo un nuovo articolo, sulla scia di uno precedente sui nomi del quale avete richiesto a gran voce un sequel. Questo in realtà sarà leggermente diverso dal primo, in quanto ho pensato di considerare nomi strani, poco usuali, ma con un significato bello o regale o interessante. Come forse si era capito già dal precedente articolo, sono una super fan di nomi strani ma regali, quindi nomi di imperatori romani, di dee e di muse, o ancora di principi (la prova del nove per decidere se un nome è bello, per me è mettere davanti “re” o “principe” e se mi evoca qualcosa che ho studiato in storia allora vuol dire che il nome è abbastanza regale) e così ho deciso di mostrarvi come alcuni nomi particolari, che non ci suonano particolarmente bene, possano avere un bel significato.

Partiamo di gran carriera con un nome strano, che ho sentito nella vita, ma non perché appartenesse a qualcuno (per fortuna mia e di tutti quelli che conosco): Adalgisa. Premesso che la prova del nove qua non funziona, ho scelto i nomi accuratamente, e che non suona benissimo, passiamo subito al suo significato. Questo nome deriva dal germanico “adal”=nobile e “gisal”=ostaggio. Avevo per caso detto che il significato era bello? Scherzone ahaha. Cioè questo nome, oltre a non essere particolarmente bello, significa “nobile ostaggio“, ostaggio, o s t a g g i o, non so se mi spiego. Altre fonti fanno risalire il nome al germanico “adal” e “gisil”=freccia. E la situazione non migliora neanche così, dato che essere definiti “frecce” non so quanto mi ispiri, anche se (nota di merito) nei modi di dire questo sostantivo ha solo accezioni positive. In ogni caso se ci fermassimo ad “Adele” potremmo chiamare nostra figlia semplicemente “nobile”, che non fa poi così schifo ecco.

Filomena. Non conosco nessuno che si chiami nemmeno così, ma ho visto un film intitolato con questo nome, preso da quello della protagonista stessa. A me non suona poi così male, ma possiamo concordare tutti che non sia un nome usatissimo e che chiamassimo così nostra figlia la condanneremmo ad anni di bullismo (vabbe che puoi anche chiamarti Anna e ti prendono in giro lo stesso, però cercare di limitare i danni può essere una buona tattica). Filomena deriva dal greco “philos”=amico e “menos”=forza, quindi significa in modo abbastanza confuso “amica della forza” anche se un riadattamento a “forza dell’amicizia” forse avrebbe più senso e sarebbe più compreso e apprezzato. Inoltre, a quanto pare è un modo aulico per dire “usignolo” in poesia, variante super preferibile alla prima poiché gli usignoli sono bellini, cantano bene, hanno quasi sempre connotazioni positive (che io sappia almeno) e quindi top, Filomena è stato approvato dalla critica dei nomi qua scrivente. (Postilla per i classicisti, se esistono, che leggono il mio blog: le informazioni le ho trovate su wikipedia, quindi se i sostantivi greci sono tradotti sbagliati prendetevela con il webbe).

Passiamo ora ad un nome che mi ha fatto sempre molto ridere, non so nemmeno perché, di persona che effettivamente conosco (e, considerata la sua variante, ne conosco più di una che lo porti), Ermanno, con variante Armando. questo nome deriva dal germanico longobardo “hariman” composto da “hari”=esercito, popolo in armi e “mann”=uomo. Il significato complessivo del nome è quindi “uomo d’armi, guerriero“. Devo dire che, aldilà dell’azzeccarci o meno, magari come Marco nasci pacifista e ti chiami guerriero e li chi ferma più il tuo disturbo bipolare di personalità derivato da questa dissociazione interiore, il significato è abbastanza regale, suona male ma è complessivamente approvato anche questo.

Elvira, nome di una mia prozia o cugina di settordicesimo grado, ancora non ho capito, è uno dei miei preferiti sulla lista. Suona solo strano, e non particolarmente male e ha un significato che secondo me è bellissimo. In realtà la sua etimologia è molto dibattuta, quindi riporterò qui solo le varianti che mi sono più piaciute, quelle più accreditate e meno confuse. Qualcuno fa risalire questo nome all’arabo, con significato “la bianca“, altri alla parola ebraica “elbirah” che significa tempio di Dio. Religiosi o meno, possiamo concordare che sia un significato importante. Se poi siete leghisti tra “tempio di Dio” e “la bianca” avete solo l’imbarazzo della scelta per decidere il significato preferito da attribuire alla vostra figlia bianchissima purissima levissima italianissima. Comunque, Elvira top della lista indiscusso.

Alfredo, ho uno zio con questo nome, in fatto di stranezza è il mio preferito: deriva dal sassone e significa “consigliato dagli elfi“. Io non so cosa avessero questi popoli barbari che chiamano le figlie “nobile ostaggio” e i figli “consigliato dagli elfi”, sicuro le droghe che giravano a quei tempi erano meglio delle nostre. Io me lo immagino Legolas che mentre due sassoni fanno l’amore si avvicina quatto quatto e sussurra all’orecchio di lei “chiamalo Alfredo” ma io boh.  Altro significato può essere “molto pacifico“, che è già meglio. Valutazione: divertente, ma nel complesso no, bocciato.

Ma voi lo sapevate che il nome Zeno, di Zeno Cosini, che voleva sempre smettere di fumare non smetteva mai, quello della coscienza, significa “consacrato a Zeus“? Io ho già finito di commentare. La valutazione sarebbe positiva, ma purtroppo nessuno associa Zeno a Zeus e lo associamo tutti al personaggio di un libro che siamo stati obbligati a leggere alle superiori, tendenzialmente ricordi negativi, quindi anche no eh, ecco (parentesi: grazie Italo Svevo di aver reso inutilizzabile un bel nome).

Archimede. Nome conosciuto da tutti grazie al celebre personaggio di Paperino Archimede Pitagorico, non molte persone vantano la conoscenza di qualcuno che porti questo nome, io personalmente si. Come nome è molto particolare, è sicuramente difficile da portare, però il suo significato è davvero bello e importante. Deriva dal greco, dalle parole “archein”=essere il primo e “medomai”=essere intelligente, e significa dunque “che eccelle per intelligenza e capacità intellettuali“, ah che roba. Io lo consiglio, è un nome di grande stile. Poi magari vi nasce eccellente nel nuoto, ma fa niente, tanto di persone pazze che cercano i significati di qualsiasi cosa ci sono io e pochi pochi altri, non vi preoccupate. Approvato anche questo.

Concludo questo lunghissimo articolo e la lista in generale con un nome che è un errore praticamente su tutti i fronti: Glauco. Allora questo nome ha come significato “brillante”, “luccicante”, “verdazzurro”, “ceruleo”, colori insomma. E’ stato usato da Omero per descrivere il mare e poi qualche simpaticone ha associato il colore agli occhi, probabilmente per farsi burla del povero Omero che era anche cieco, io non lo so e quindi ora c’è una malattia degli occhi che si chiama glaucoma. Allora, questo nome suona male, potrebbe portarlo solo il mio bisnonno e solo se facesse parte dell’altissimissima società, significa verde e assomiglia al nome di una malattia. Ve ne prego, non condannate nessuno ad un’esistenza con un nome simile.

grazie, Myxozoa <3

Nomi strani con un significato bellinoultima modifica: 2019-01-14T22:22:42+01:00da myxozoa
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento